Spaccianeve e la Gang del Nani

C’era una volta in complesso signorile al centro di Milano, Bianca la giovane figlia di una ricca famiglia di bauscia.

Bianca viveva in una specie di moderno castello, un enorme attico vista madonnina con 10 stanze, 6 bagni, un salone per le feste e il terrazzo babilonese con tanto di serra.

Pier Luigi Ambrogio Conte Serbelloni Dante della Betulla Vien dal Mare detto Il Piergigi, era il papà di Bianca che sentendosi in colpa perché dedicava tutto il tempo alla fabrichetta di famiglia invece di passare qualche momento con la figlia, lasciò l’incarico di crescerla a Lucia, la badante rumena di nonna Marina la vecchia mamma alcolizzata del Piergigi.

Tata Lucia, per far un po’ di soldi, la usava come comparsa nelle puntate di SOS TATA quando trovava dei bimbi troppo buoni a cui scassare le balle con regole da lager nazista, così la piccola Bianca crebbe con un forte rancore verso il babbo e quando divenne teenager,  con tutti gli ormoni a palla e l’inizio della fase ribelle (così dice Tata Lucia) decise di fare la radical-chic e cominciò a frequentare il Leonca e tutti gli altri centri sociali della Milano bene.

Un bel giorno, in uno di quei giorni, quando aveva le sue cose il babbo tornò a casa con una gnocca da paura: “Bianca, questa è la Grimy, la tua nuova mamma, vedrai diventerete amiche!”.

“Che bello! Adesso non sarà più sempre sola con quell’arpia di Tata Lucia” penserete voi!

“Balle!” dico io che sono il narratore e che so tutta la storia.

Già perché la situazione precipitò, Grimilde in realtà era una escort di lusso e una volta intortato il Piergigi con numeri da letto da far invia alle miglior pornostar del pianeta, lo convinse che Bianca dovesse imparare a cavarsela da sola perché “metti che un domani muori e lei non sa il valore dei soldi?”. Così la Bianca si ritrovò la paghetta ridotta a poche centinaia di euro a settimana, le carte di credito tagliate e gli tolsero perfino l’autista personale.

Non sapendo più come mantenere il tenore di vita da Paris Hilton fu costretta a trovare un modo per fare un po’ di soldi, all’inizio la cosa più facile che trovò era di vendere il suo corpo ai compagniucci del Liceo ma le cose finalmente cambiarono.

Una sera come tante mentre era in chat erotica incontrò un’amica di scuola che le diede dei buoni consigli:

–          FaTaMaDrIn@95: ciao Bia, ki ti butti sta settimana?

–          Kitty♥ : ciao Fe, c’ho 1 puntello giove col Pelle

–          FaTaMaDrIn@95: il Pelle? Ma ki quello della 3b?

–         Kitty♥ : 😦 e sì

–          FaTaMaDrIn@95: 8) minkia ke sfigata? Ma almeno sgancia?

–          Kitty♥ : 50

–          FaTaMaDrIn@95: te 6 fuori bella, stai messa male di brutto 😀

–          Kitty♥ : Fe ciò bisogno, quella stronza mi ha inc****o il vecchio non sgancia più da quando quella gli fa chinotti a manetta

–          FaTaMaDrIn@95: si ma kosì ci sputtani a tutte, va ke il Pelle è un ca***ne e se la kanta di bella

–          Kitty♥ : sto male di brutto Fe 😦

–          FaTaMaDrIn@95: oh ma se vai dal Nani?

–          Kitty♥ : ki è?

–          FaTaMaDrIn@95: è il mio trombamico bella stai tranqui gli mando 1 sms

Per cui prese un po’ di coraggio, un paio di pasticche colorate avute nei bagni di scuola e un bicchiere di red bull e vodka e andò dal Nani, sto tizio piccolo e losco che stava al limitar del Bosco in Città e nel suo capanno di caccia trasformato in pied-a-terre per incontri sessuali e laboratorio chimico, preparava roba illegale per il piacere di far sbarellare le amiche.

Il Nani era un gran furbone e si circondava di gran topone, la Bianca conobbe così la Gang del Nani: c’erano le ganze del club Erony e Cochi poi le sorelle bionde Barby, Metady ed Anfy sempre un pò storditelle, la simpatica Cannaby e poi la piccola Ecstasy una vera peste!

Insieme alle nuove amichette la Bianca si girò prima le meglio disco del centro città, l’Old Fashion, l’Hollywood, il Tocqueville, fino poi a giungere i confini del regno sforzesco al Borgo, dove divenne così famosa in quel giro per l’eccellenza dei suoi servizi che le amichette del Nani la battezzarono Spaccianeve!

Grazie alle sue nuove amicizie la Bianca cominciò a frequentare party di gente ricca, molto ricca e dato che ai festini bunga bunga era molto apprezzata divenne famosa tra i VIP ed una sera incontrò Al Ahzur un principe saudita che invaghitosi di lei e delle sue 7 amiche la invitò nel suo palazzo a Dubai per organizzare party speciali. Spaccianeve e la Gang del Nani si trasferirono dal principe che contento delle ragazze le pagava profumatamente e le riempiva di regali lussuosissimi.

Dopo qualche anno il Piergigi ricevette la visita di un investigatore privato ingaggiato da un cliente anonimo che gli consegnò delle foto dove si vedeva la Grimy fare dei servizietti ai suoi soci d’affari quando si trovavano per le feste in terrazza. Gli avvocati inchiodarono così la Grimy grazie alle clausole per l’infedeltà sul contratto prematrimoniale, per cui la strega se ne dovette andare a mani vuote e con solo il Valentino che indossava.

Ma non finisce qui, perché appena dopo la separazione dalla Grimy arrivarono a far visita al Piergigi degli agenti della Guardia di Finanza che dietro  una denuncia anonima lo indagarono per frode fiscale e corruzione di pubblico ufficiale, portandogli via la fabbrichetta e sbattendolo a San Vittore per 7 mesi.

Spaccianeve e le 7 amiche della Gang del Nani ora vivono felici e contente a New York, dove gestiscono un locale notturno di burlesque, il Bad Apple e si godono il lusso ed i piaceri derivanti dalle loro attività illecite che vanno dallo spaccio ai servizi di escort di lusso che grazie all’aiuto dei piccoli fotografi del Nani diventano lucrosi ricatti.

RobiFocus

Annunci

6 pensieri su “Spaccianeve e la Gang del Nani

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...