Zombie – Manuale di Sopravvivenza per Umani

Sono tempi bui questi, siamo infestati da vampiri buoni in versione harmony, da lupi mannari che sembrano modelli usciti da Abercrombie & Fitch e da supereroi in calzamaglia che scorrazzano per le nostre città!

Basta, basta con tutti questi buoni propositi!

C’è una speranza però… si perchè loro stanno tornando, in sordina, piano piano si stanno riprendendo il posto che si meritano. Gli Zombie stanno riconquistando il mondo!

Hanno cominciato con una serie tv e con qualche film, magari ironico per attirare i più scettici ma si stanno insinuando nelle nostre menti ed è un attimo che ti ritrovi imprigionato in casa mentre un’orda di non morti si accalca alla tua porta!

Ed eccoci qui oggi, a distanza di oltre 40 anni dall’uscita de La notte dei morti viventi mitico cult movie nel quale Romero ci iniziava alle tecniche di sopravvivenza per umani da una invasione zombie!

Nei venti anni successivi ci fu un vero e proprio boom culturale, vennero prodotti centinaia di film sul tema ed il video musicale più famoso di tutti i tempi era interpretato da Zombie, già già sto parlando di Michael Jackson in Thriller chiaramente!

Poi all’improvviso come arrivarono, sparirono, soppiantati da chi sapete già, per cui dopo tutti questi anni di silenzio ora che sono di nuovo tra noi sento il dovere morale di stilare un manuale per principianti, non vorrei avere sulla coscienza la vita di milioni di giovani inesperti che per non aver avuto la possibilità di vedere i grandi classici sono finiti a brandelli a gironzolare gorgheggiando per le strade abbandonate delle nostre città.

Eccomi qui quindi a pubblicare una piccola guida!

Zombie – Manuale di Sopravvivenza per Umani

Premessa

Di norma gli zombie sono ritenuti più credibili di vampiri, licantropi o uomini con super poteri ma perchè?

Perchè la trasformazione in Zombie non avviene per una magia vodoo, non è un ragno radioattivo che ti morde o una inspiegata maledizione che crea il primo essere notturno, no, la base della diffusione dell’essere Zombie è scientifica, classicamente è una contaminazione batteriologica l’evento scatenante, la perdita/rottura di un contenitore di un’arma militare contenente un agente patogeno che crea forme di mutazioni varie da quelle tipo “rabbia” di Resident Evil o Io sono Leggenda a quelle di tipo “morbo” dei più classici Zombie e sequel.

Quindi, nel caso fuori dalla porta di casa si accalcassero un sacco di persone che bussano insistentemente, ma alla vostra domanda “Chi è?” rispondono “Buongiorno signora siamo testimoni di GeovAAARRRGGGHH Aiut.. no no mio odd….” e poi udite gorgheggi e rontolii beh… correte a prendere il vosto Manuale di Sopravvivenza Umana per Principianti perchè la cosa si fa seria!

1. Armatevi

Sembrerà ridicolo partire con questa regola ma, fidatevi, non è da sottovalutare!

Nel caso non siate dei militari o non facciate parte delle forze dell’ordine o non siete degli statunitensi quindi non potete accedere facilmente ad armi da fuoco è importante trovare subito un oggetto, possibilmente lungo, che possa salvarvi la vita in caso abbiate un incontro ravvicinato con uno Zombie.

Per aiutarvi in questa ricerca facciamo degli esempi:

  • SI a mazze da baseball, maceti, vanghe, forconi, articoli di giardinaggio o agricoli. Quelli con lame sono i migliori perché vi aiutano ad aumentare i danni inflitti.
  • NO a pugnali, coltelli, forbici, vasi e porcellane varie. Gli oggetti frangibili sono inefficaci, gli Zombie non si stordiscono e pugnalarli non sortisce effetti utili al vostro scopo… sopravvivere!

2. Colpire alla testa

Questa è una regola base da rispettare sempre!

Per fermare uno zombie difatti dovete colpire alla testa, sparategli, tirategli la vanga sulla fronte, tagliategliela con una motosega, insomma fate un po’ come volete ma DOVETE colpire alla testa.

Lo so che sembra che sia insistente ma ne vedo troppi che con un arma in mano sprecano decine di proiettili crivellando inutilmente il povero Zombie in ogni parte del corpo, o cercano di abbatterlo colpendolo sul petto o alle gambe, no no e ancora no, non si fa così!

3. Non dividetevi mai

Altra norma base di ogni sopravvissuto che voglia continuare ad esserlo è MAI dividere il gruppo. Lo so che vi verrà naturale pensare che fareste tutto più rapidamente mandando dua a prendere il furgone nel garage, mentre altri due raccolgono viveri ed altri due curano le finestre. Il risultato sarebbe sempre lo stesso … i due mandati al garage non tornano più ed uno di quelli che curavano le finestre è sparito nel nulla (vedi regola State lontani dalle finestre).

E’ imperativo stare insieme e curare lo stato di salute di ogni compagno del gruppo, se vedete che uno dei vostri amici si apparta nell’angolo buio della stanza o tenta di coprirsi spasmodicamente un braccio, il collo o altre parti del corpo… controllatelo e nel caso fosse stato morso sparategli, gli state facendo un favore!

4. Controllate la benzina

Avete recuperato un mezzo di trasporto che può portarvi in salvo lontano dall’orda Zombie? Ottimo ma… vi prego … date un’occhiata alla a quella madetta lancetta del carburante!

Possibile che a 2 su 3 gli si ferma la macchina in mezzo al nulla perché finita la benza? Cribbio non vi viene mica chiesto di fare il tagliando dei 30000 no?!

5. State lontani dalle finestre

E’ largamente documentato che agli Zombie piacciono le finestre.

Loro adorano starci attaccati a sventolare le tremanti mani mentre sbaveggiano con la faccia tra le fessure. Non si sa se lo facciano perchè gli piaccia l’effetto ombre cinesi all’interno della stanza o forse invece adorano sentire le grida delle donne al di là del vetro paralizzate dal terrore, di questo non ne siamo certi, invece siamo certi che stare vicino ad un’imposta è come una gatta che se ne va al lardo… prima o poi ci lasciate lo zampino! Una o più mani riusciranno ad afferrarvi all’improvviso e quando succederà potete solo sperare nella presenza di qualche amico nei dintorni … un colpo in testa (a voi chiaramente) e la chiudete lì!

6. State lontani dalle bionde sexy

Non fatevi ingannare dalla bella bionda del gruppo, quella attira Zombie come un negozio di scarpe in saldo attira le donne! Se siete quindi così sfortunati da trovarvi una di queste bellone tra le scatole, sbarazzatevene finchè siete in tempo, magari infrangendo la regola 3 e mandando la bionda con un compagno in qualche missione senza ritorno, se non sapete chi scegliere puntate al più inutile della compagnia, che so un avvocato o un commercialista, tanto legge e tasse non saranno più un problema nei prossimi anni!

7. Assicuratevi di avere un pilota con voi

Fuggire dalla zona calda è più facile se usate un elicottero o un aereo, però questa opzione richiede la necessità di avere con voi un pilota!

Pensate sia difficile? Beh provate ad uscire dal centro cittadino con il blocco del traffico ed orde di vigili zombie che non vogliono staccarvi una contravvenzione ma la carne e poi ne riparliamo.

Non conoscete nessuno in grado di pilotare un mezzo volante? Non avete trovato nessuno disposto ad aiutarvi a causa del casino in centro?

Beh non tutte le speranze sono perdute, potete sempre optare per un’imbarcazione se siete in vicino a mare o fiumi, anche se non siete degli skipper dovreste riuscire a cavarvela con un timone e una manetta potenza ma ricordatevi la regola 4 … quella della benzina!

8. Non si torna a prendere nessuno

Non siate ingenui, questo è un manuale per sopravvivere ad una catastrofe planetaria non le regole per farvi nuovi amici quindi sì, non si torna a prendere nessuno a meno di non farlo tutti insieme (cosa molto improbabile).

Sicuramente ci sarà qualcuno che ha dimenticato la moglie, i figli o il cane… Siate fermi su questa decisione perchè già lo sapete che non ci si deve dividere, che la benzina è preziosa ed i proiettili indispensabili quindi si corre solo in una direzione, salvo casi di estrema necessità, da valutare al momento.

9. Non fidatevi delle bambine!

Ok lo so siete agitati, magari anche un po’ nel panico, d’altronde stamattina uscendo di casa chi l’avrebbe mai detto che la giornata sarebbe andata così male? In pausa pranzo siete diventati il menù del giorno ed avete passato il resto della giornata a correre, nascondersi, spaccare teste e cercare un mezzo per fuggire quando all’improvviso trovate una bambina china a terra, forse piange perchè rimasta sola, per cui vi avvicinate per aiutarla, lei si volta e… esatto bravi, ci siete cascati ancora, siete diventati la sua cena! Da piccoli sono anche più pericolosi, mi raccomando.

10. Inutile andare alla base militare

Tentare di raggiungere la più vicina base militare sperando di trovare protezione, armi e soldati pronti a difendervi è una cosa a cui possono credere solo gli americani.

Quindi siate degli intelligenti cittadini europei, ragionate e non perdete tempo, raggiungete subito un posto lontano, isolato e controllabile come un’isola!

11. Meglio soli che…Zombie

Potrebbe capitare che rimaniate soli, magari per qualche serie di sfortunati eventi tutti gli elementi del vostro gruppo sono passati al nemico, beh se così fosse non fatevi prendere dallo sconforto sparandovi un colpo in testa per farla finita!

Voi continuate con il piano di fuga, siete la speranza dell’umanità perchè una volta raggiunta la vostra meta, una volta che sarete al sicuro, lì in quel posto difeso e tranquillo probabilmente troverete qualche altro lettore o lettrice di questo manuale!

RobiFocus

Annunci

21 pensieri su “Zombie – Manuale di Sopravvivenza per Umani

  1. Mi sono attrezzato:
    1: Un paio di mazze da baseball ed un machete! Sono una persona delicata, io 😛
    2: Ok, decapitazione e via! Sempre perché sono delicato.
    3: Perfetto, tutti in gruppo e alle brutte si elimina la zavorra lasciandola indietro! Questo perché sono altruista!
    4: Come mezzo di trasporto una bella autobotte con carico di benza al massimo, succhiato a destra e a manca dai serbatoi delle altre auto. Prevenire è il mio secondo nome
    5: Vada per un bunker di cemento armato! Emulare la morte del topo è stato sempre il mio sogno
    6: Oh, questa è la zavorra del punto 3! Bisogna pur sacrificare qualcuno per il bene primario
    7: Opterò per la tinozza di casa.
    8: L’ho zavorrata al punto 6 e 3 figuriamoci.
    9: Evitare gli asili nido, le scuole materne e le elementari! Dalle superiori in su usare il machete! Anche io ho un cuore, i bimbi vanno protetti
    10: Eppure un bel lanciarazzi a lunga gittata mi stuzzicava alquanto l’idea.
    11: Sì, vero l’isola è perfetta, sperando di arrivarci con la tinozza di cui sopra.

    Ecco, ora sono bello pronto per affrontare la terza stagione di The Walking Dead :mrgreen:

  2. eeehmmm… scusa Tom, dov’è finito il paracadute? Sotto il sedile non ci sta! o_O
    no, xkè veramente… io… sai com’è… non che non mi senta al sicuro, però volevo un attimino scendere :mrgreen:
    ahahahah

  3. OK, comincio a risparmiare per comprarmi un’isoletta tutta mia, prendo il brevetto di elicotteri e metto su un negozio di armi da fuoco ed attrezzi da giardinaggio…
    Però non condivido quella della bella bionda… insomma se è ancora sana non si spreca niente 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...